Passiflora (Passiflora L.)

La Passiflora è una pianta rampicante appartenente alla famiglia delle Passifloraceae. É originaria dell’America del Sud, ma anche di alcune regioni del Centro America, con diverse specie che provengono dall’Asia e dall’Australia. La pianta è chiamata anche Fiore della Passione, appellativo datole dai frati Gesuiti nel 1.600 perché il fiore ricorda i simboli della passione di Cristo: i viticci con cui si arrampica ricordano la frusta, gli stami sembrano martelli e la corolla è somigliante alla corona di spine.

Questa pianta rampicante è resistente, vigorosa e non richiede attenzioni particolari per crescere forte e robusta. La Passiflora caerulea è quella che sopporta il clima invernale dell’Italia settentrionale, mentre altre varietà crescono all’aperto senza problemi solo nell’area centro-meridionale.

La Passiflora rampicante ha foglie verde intenso, ovali oppure lobate, che cadono solo in condizioni estreme di temperatura: troppo calda o troppo fredda. I fiori possono essere grandi da pochi centimetri fino ad un massimo di quindici, con petali di vari colori. Fiorisce in estate, da giugno a settembre e molte varietà, oltre ai fiori. producono frutti commestibili che compaiono in autunno.

Tra le varietà più coltivate per godere anche dei frutti ci sono la P. edulis, la P. antioquiensis, la la P. coccinea, ma non sono le sole: sono molte le varietà che producono bacche commestibili.

Terreno Ideale per la Passiflora

La Passiflora, che può raggiungere diversi metri di altezza, può essere coltivata sia in vaso che in giardino.

Un buon terriccio universale è sufficiente per assicurare la buona crescita di questa pianta. Più che la qualità del terriccio è importante il drenaggio, che non deve permettere ristagni d’acqua nocivi alla Passiflora, che non li tollera.

Clima Ideale, Esposizione e Annaffiature della Passiflora

Un’esposizione soleggiata permette alla Passiflora di crescere sana e rigogliosa. Sopporta anche una posizione in mezz’ombra, ma ha bisogno almeno di qualche ora di sole al giorno. Questo vale sia per le piante in vaso su balconi e terrazzi che per quelle coltivate in giardino. Spesso le Passiflora vengono impiegate per abbellire pergolati o delimitare aree di confine, facendole crescere su sostegni verticali.

Dal centro Italia in su, durante l’inverno va riparata dal freddo, portandola al riparo o potandola drasticamente dopo la fruttificazione. Le piante di qualche anno acquistano maggiore rusticità, quindi vanno protette soprattutto le piante giovani.

Per quanto riguarda l’apporto idrico, la Passiflora va annaffiata abbondantemente durante l’estate, soprattutto se si tratta di piante in vaso. In giardino resiste bene a brevi periodi di siccità, ma preferisce un terreno umido. In inverno le annaffiature diventano saltuarie e si effettuano tenendo conto del clima e dell’esposizione.

Coltivazione e Malattie della Passiflora

La Passiflora viene coltivata per la bellezza e la particolarità del fiore, per la sua rusticità e per i frutti edibili.

Si può moltiplicare da seme o per talea. La semina, che non garantisce piante uguali a quella madre, va fatta in primavera. I semi germinano meglio se tenuti per dodici ore in acqua tiepida. In questa stessa stagione, si possono prelevare talee di fusto da piante sane e forti per farle radicare ed ottenere nuovi esemplari. Le talee devono avere almeno due – tre foglie e vanno messe in un composto formato da torba e sabbia, e coperte da plastica, che andrà aperta ogni giorno per controllare l’umidità. Quando spuntano nuove foglie si può eliminare la copertura e gradualmente esporre le piante al sole.

La Passiflora non è facilmente attaccata da parassiti e malattie, tuttavia in particolari condizioni come la scarsa luminosità o aerazione, può essere notata la presenza di cocciniglie o afidi. Se ci si accorge di questi parassiti quando sono ancora in numero limitato, si possono eliminare con ovatta e alcool, altrimenti bisognerà ricorrere ad insetticidi specifici. La presenza di foglie gialle è un segnale che alla Passiflora manca la giusta quantità di luce e andrebbe spostata.

Per chi desidera avere una pianta rampicante bella e facile da coltivare, che può anche fornire frutti commestibili e ricchi di proprietà, la Passiflora è un’ottima scelta. Com’è facile immaginare, nel linguaggio dei fiori la Passiflora significa passione religiosa.

Prodotti correlati

(Ci sono 6 altri prodotti della stessa categoria)