Gelsomino di San Giuseppe (Jasminum Nudiflorum)

Lo Jasminum nudiflorum è chiamato anche con il nome di gelsomino giallo oppure di gelsomino di San Giuseppe. A differenza della varietà più nota e diffusa si caratterizza per la presenza di numerosi fiori giallo dorato.

Questa pianta a portamento rampicante è di origine asiatica ed è una valida alternativa alla classica varietà di gelsomino. Inoltre ha una buona resistenza al freddo, quindi può essere coltivato anche nelle regioni settentrionali.

Il soprannome gelsomino di San Giuseppe è dovuto al fatto che il Jasminum nudiflorum fiorisce nel periodo intorno al giorno dedicato a questo santo, cioè il 19 Marzo. Invece il suo nome scientifico indica che la fioritura avviene a fine inverno, quando gli esemplari sono completamente spogli delle foglie. Soltanto dopo gli inizi della primavera si sviluppa una vegetazione compatta composta da piccole foglie verde chiaro.

Terreno Ideale per il Jasminum Nudiflorum

Il gelsomino giallo è una pianta che necessita di poche cure e attenzioni perché estremamente adattabile. Ciò vale anche per il terreno in quanto gli esemplari si sviluppano senza problemi persino in presenza di substrati poveri di materia organica oppure sassosi.

In ogni caso durante il periodo vegetativo occorre concimare la pianta ogni due settimane con del fertilizzante liquido. Se si coltiva il gelsomino giallo in vaso, è bene riempire il contenitore con del terriccio universale.

Si consiglia di trasferire l'esemplare in un vaso di misura superiore in estate, così che le radici possano svilupparsi senza costrizioni. Una volta che il contenitore ha un diametro di 20-24 cm è sufficiente spargere ogni anno sulla superficie del terreno una quantità abbondante di terriccio fresco. 

Clima, Esposizione e Innaffiatura del Jasminum Nudiflorum

Proprio come indica il suo nome il Jasminum nudiflorim presenta una notevole resistenza al freddo, quindi può essere coltivato all'aperto anche in zone climatiche caratterizzate da inverni rigidi. Al tempo stesso, come tutte le varietà dei gelsomini, necessita di un'esposizione soleggiata, anche se la luce solare diretta non deve essere eccessiva.

Si ricorda che la fioritura risulta essere stentata nel caso in cui si coltivi il gelsomino in un luogo eccessivamente ombreggiato. Se l'esemplare è coltivato in una zona dal clima caldo, occorre preferire un'esposizione semiombreggiata. Invece si deve coprire il gelsomino con tessuto non tessuto quando gli inverni sono particolarmente rigidi.

Per quanto riguarda l'irrigazione, si deve bagnare abbondantemente il terreno dopo aver messo a dimora l'esemplare. Si tratta di un accorgimento fondamentale per favorire l'attecchimento dell'apparato radicale. Una volta completata la procedura di messa a dimora la pianta necessita di poche cure. In genere le precipitazioni sono sufficienti a coprire il fabbisogno idrico, ma bisogna prestare una maggiore attenzione durante il periodo vegetativo. Infatti in questo periodo il gelsomino richiede una più elevata quantità d'acqua e se il clima è secco occorre bagnare il terreno fino a rendere umida la miscela.

Coltivazione e Malattie del Jasminum Nudiflorum

In genere lo Jasminum nudiflorum ha un aspetto compatto e una vegetazione densa, tanto da attestarsi sui 100-140 cm di altezza. Tuttavia, se supportati da un muro esposto e se non gestiti attraverso la potatura, gli esemplari possono raggiungere i 5 metri. Le potature sono quindi fondamentali per dare al gelsomino le caratteristiche di un arbusto o per correggere lo sviluppo dei rami se si decide di manutenerne il portamento semipendulo. Si tratta di una specie molto rustica e robusta e gli interventi di potatura devono essere effettuati al termine della fioritura.

Proprio per le sue caratteristiche lo Jasminum nudiflorum possiede un'elevata resistenza alle malattie (anche fungine) e agli attacchi delle muffe. Al contrario, può essere colpito da infestazioni di afidi e cocciniglie, parassiti che se non debellati tempestivamente possono rovinare il fogliame. Si consiglia di effettuare innanzitutto un trattamento preventivo prima del periodo di fioritura, applicando sulla pianta prodotti insetticidi a largo spettro.
Invece, se il gelsomino viene attaccato dai parassiti, è necessario adoperare sostanze specifiche appena si manifestano questi insetti. In questo modo è possibile limitare i danni ed evitare che afidi e cocciniglie possano compromettere la bellezza della pianta.

Hai domande su questo prodotto?

Al nostro Vivaio coltiviamo, per la vendita all'ingrosso e al dettaglio, questa e tantissime altre piante.

Se desideri ricevere maggiori informazioni su questo prodotto specifico o sul Verde in generale, non esitare a contattarci utilizzando il modulo che trovi di seguito. Cercheremo di risponderti nel più breve tempo possibile.

In alternativa puoi contattarci ai seguenti recapiti:

Se invece desideri parlare con noi di persona, ci trovi qui:
Vivai Flor Plant di Cafaro Mario
Via Cappellania N. 1
84022 Campagna (SA)

Clicca Qui per avviare il Navigatore (Google Maps)

oppure inserisci le coordinate nel tuo Navigatore:
40°38'28.4"N 15°07'01.9"E

Richiedi Maggiori info sul prodotto


* Campi obbligatori
Refresh the code

 

Prodotti correlati

(Ci sono 6 altri prodotti della stessa categoria)