Eleagno (Eleagnus Ebbingei)

L'eleagno (eleagnus ebbingei) è una pianta da siepe a portamento arbustivo che comprende diverse varietà e si caratterizza per la bellezza delle sue foglie.

Si tratta di una specie rustica estremamente adattabile, sia dal punto di vista del clima (può resistere ad alte e basse temperature e all'aria salmastra) che del terreno. Questa pianta perenne fiorisce annualmente, producendo piccoli fiori molto profumati. L'Eleagno può essere usato per creare anche bordure oppure coltivato in posizione singola, sia in giardino che in vaso. Tuttavia la soluzione più apprezzata consiste nel creare siepi molto belle da vedere, resistenti e che possono essere sagomate, perimetrali oppure con la funzione di frangivento.

Terreno Ideale per l'Eleagno

L’Eleagno è una pianta molto versatile e in genere risulta essere compatibile con qualunque tipo di terreni, anche quelli più compatti e poveri di sostanze nutritive. Al tempo stesso gli esemplari, soprattutto quelli coltivati in piena terra, si sviluppano meglio e con ottimi risultati se si opta per un substrato moderatamente sciolto, fertile e ben drenato. Invece per la coltivazione in vaso si consiglia di adottare un terreno composto da due parti di terriccio universale, una di torba e una di sabbia. In questo modo risulta essere ricco di sostanze nutritive e sufficientemente drenato. Un aspetto da tenere a mente è che, quando si effettua la messa tra l’autunno e la fine dell’inverno, è bene posizionare delle sostanze inerti (argilla espansa, sabbia grossolana oppure ghiaia grossa) sul fondo della buca. Nel caso in cui si tratti di un terreno povero vanno aggiunti concimi organici, come pellet, stallatico maturo o guano.

Clima, Esposizione e Annaffiatura dell'Eleagno

Questa specie è rustica e molto resistente, tuttavia le piante possono essere danneggiate dalla neve, soprattutto nel caso in cui vadano a formare siepi sagomate. L'eleagno necessita di un'esposizione soleggiata, ma può svilupparsi senza problemi anche nei luoghi semi-ombreggiati. Se le piante sono coltivate in giardino, si può evitare di innaffiarle a meno che non si verifichino periodi di prolungata siccità. In questo caso non è sufficiente l'acqua piovana per soddisfare il fabbisogno idrico dell'Eleagno, ma bisogna garantire apporti d'acqua moderati. 

Coltivazione e Malattie dell'Eleagno

Se si vuole creare una siepe sagomata, è necessario distanziare gli esemplari l'uno dall'altro, lasciando uno spazio di 100-130 cm. In questo modo la siepe risulta essere sufficientemente compatta, tuttavia si garantisce una buona aerazione, così da evitare che le piante contraggano malattie fungine. L'Eleagno non risente dell'azione dello smog, quindi può essere coltivato anche nelle città trafficate. Questa specie sempreverde deve essere concimata a primavera oppure in autunno con letame maturo per favorire lo sviluppo e l’emissione di nuovi rami e gemme. la potatura avviene dopo la fioritura, eliminando alla base i rami danneggiati e secchi e accorciando quelli troppo lunghi. Si può effettuare anche un secondo intervento di potatura per contenere lo sviluppo della pianta. La moltiplicazione avviene per talea semilegnosa oppure per seme, come avviene per le altre sempreverdi da siepe. Nel primo casi si prelevano in autunno porzioni apicali (lunghe 10-15 cm) di rametti giovani usando cesoie ben affilate e disinfettate. Quindi si sottopongono le talee a un trattamento a base di ormoni radicanti per poi metterle a radicare in vasi riempiti con una miscela a base di torba e sabbia, mantenendo sempre la miscela leggermente umida. Il trapianto in giardino avviene dopo 2 anni dal radicamento. Invece la seconda modalità prevede la semina dei semi maturi dell’anno precedente in primavera.

Anche se è una specie rustica, l'Eleagno risente degli attacchi degli afidi e delle cocciniglie se il clima è caldo umido. Invece la presenza di ristagni idrici, provocati da un cattivo drenaggio del terreno di coltura, porta allo sviluppo di marciumi delle radici che possono portare alla morte dell'esemplare. Si consiglia di effettuare trattamenti preventivi per evitare le infestazioni di parassiti usando prodotti specifici diluiti oppure antiparassitari naturali all'ortica o all'aglio.

Hai domande su questo prodotto?

Al nostro Vivaio coltiviamo, per la vendita all'ingrosso e al dettaglio, questa e tantissime altre piante.

Se desideri ricevere maggiori informazioni su questo prodotto specifico o sul Verde in generale, non esitare a contattarci utilizzando il modulo che trovi di seguito. Cercheremo di risponderti nel più breve tempo possibile.

In alternativa puoi contattarci ai seguenti recapiti:

Se invece desideri parlare con noi di persona, ci trovi qui:
Vivai Flor Plant di Cafaro Mario
Via Cappellania N. 1
84022 Campagna (SA)

Clicca Qui per avviare il Navigatore (Google Maps)

oppure inserisci le coordinate nel tuo Navigatore:
40°38'28.4"N 15°07'01.9"E

Richiedi Maggiori info sul prodotto


* Campi obbligatori
Refresh the code

 

Prodotti correlati

(Ci sono 4 altri prodotti della stessa categoria)