Kiwi (Actinidia Chinensis)

La pianta di Kiwi chiamata in gergo scientifico Actinidia Chinensis, è una classica tipologia di pianta da frutto di genere dioica in quanto gli organi produttivi maschili chiamati stami che quelli femminili (pistillo) sono presenti su due piante distinte.

È possibile riconoscere facilmente la pianta con fiori femminili in quanto questi sono distanziati l’uno dall’altro in maniera marcata allo scopo di lasciare lo spazio necessario per consentire la nascita e crescita del frutto. Un aspetto, quest’ultimo molto importante, in quanto in funzione del sesso deve essere effettuata la relativa opera di potatura.

Ha origini antichissime, i primi esemplari che sono stati individuati in Cina, per poi essere stata importata in Europa da commercianti e viaggiatori occidentali che ne avevano apprezzato le caratteristiche e soprattutto il gusto.

Tuttavia oltre ad essere apprezzata per i suoi frutti particolarmente ricchi di vitamina C, la pianta di Kiwi rappresenta una ottima soluzione ornamentale per ambienti esterni. In particolare è una pianta che fa parte della famiglia delle rampicanti e può svilupparsi anche per ben 10 metri in lunghezza.

Dunque è di notevole dimensioni, le sue foglie si presentano con una caratteristica forma che ricorda quella di un cuore e soprattutto sono caduche per cui durante alcuni mesi dell’anno cadono. La raccolta dei frutti avviene solitamente nel periodo autunnale e tra l’altro in Italia è molto apprezzata: non a caso dopo la Cina il nostro Paese è il principale produttore al mondo.

Il periodo di fioritura va dal mese di maggio fino alla prima metà di quello di giugno.

Terreno Ideale per il Kiwi

Per coltivare al meglio la pianta di kiwi è necessario un terreno che rispetti delle caratteristiche ben precise rifacendosi ai terreni cinesi posti nelle immediate vicinanze del Fiume Azzurro.

Entrando maggiormente nel merito, questa pianta necessita di un terreno sub-acido ossia con un ph che sia all’interno di un range che va da 6 a 7. Questo genere di terreno è caratterizzato da un modesto contenuto di calcare attivo il che permette di evitare problemi di clorosi ferrica che può essere facilmente riconosciuta per via dell’ingiallimento delle foglie.

Nel caso doveste riscontrare questo problema potrete risolvere con l’apporto di sostanze organiche al terreno

Clima, Esposizione e Innaffiature del Kiwi

La pianta di Kiwi prediligi un clima decisamente temperato evitando eccessivi sbalzi di temperatura che potrebbero compromettere la fioritura e quindi i frutti. Dunque clima mite magari in una zona nella quale sia possibile ottenere protezione dalle nefaste gelate invernali e allo stesso tempo soleggiata a sufficienza.

A proposito di esposizione ai raggi solari, è certamente necessaria ma allo stesso tempo occorre essere attenti durante i mesi più caldi per non rischiare di sottoporre la pianta ad un dannoso fenomeno di disidratazione. Per ovviare a questo la migliore soluzione è quella di prevedere l’installazione di apposite reti ombreggianti.

Altro aspetto delicato riguarda l’innaffiatura. La pianta di Kiwi gradisce molto acqua soprattutto durante i periodi di fioritura (dal mese di maggio a quello di giugno) e lo sviluppo dei frutti. Tuttavia non bisogna eccedere evitando controproducenti ristagni di acqua ed infine dal mese di agosto gradualmente è opportuno diminuirne progressivamente i quantitativi.

Coltivazione e Malattie del Kiwi

Un aspetto fondamentale per la corretta coltivazione della pianta di Kiwi è rappresentata dalla potatura. Se eseguita in maniera ideale permette di raccogliere tanti frutti.

Nei primi anni della pianta la potatura deve essere funzionale alla sua crescita ed il suo sviluppo per cui occorre effettuarla per facilitare la formazione del tronco principale. In seguito sono necessarie due tipologie di potatura.

La prima viene detta secca in quanto eseguita a cavallo tra il mese di febbraio e marzo ossia quando non sono più possibili le gelate. Con questa potatura si devono eliminare tutti i tralci che nel precedente periodo autunnale hanno prodotto frutti.

Una seconda potatura va quindi eseguita immediatamente prima ed immediatamente dopo il periodo di fioritura. Viene definita potatura verde e deve mirare a sfoltire ed arieggiare la pianta.

Anche quella di kiwi come altre piante ha dei nemici giurati che possono comportare malattie di vario genere che si manifestano con foglie corrose e frutti danneggiati. Questo viene causato da acari specifici come il ragnetto rosso, dall’eulia e dalla cocciniglia. Per difendersi occorre effettuare delle bagnature abbondanti con acqua fredda ed eliminare immediatamente le foglie compromesse.

Hai domande su questo prodotto?

Al nostro Vivaio coltiviamo, per la vendita all'ingrosso e al dettaglio, questa e tantissime altre piante.

Se desideri ricevere maggiori informazioni su questo prodotto specifico o sul Verde in generale, non esitare a contattarci utilizzando il modulo che trovi di seguito. Cercheremo di risponderti nel più breve tempo possibile.

In alternativa puoi contattarci ai seguenti recapiti:

Se invece desideri parlare con noi di persona, ci trovi qui:
Vivai Flor Plant di Cafaro Mario
Via Cappellania N. 1
84022 Campagna (SA)

Clicca Qui per avviare il Navigatore (Google Maps)

oppure inserisci le coordinate nel tuo Navigatore:
40°38'28.4"N 15°07'01.9"E

Richiedi Maggiori info sul prodotto


* Campi obbligatori

 

Prodotti correlati

(Ci sono 16 altri prodotti della stessa categoria)