Ceanoto (Ceanothus)

Il ceanothus è un arbusto da fiore appartenente alla famiglia delle Rhamnaceae ed originario delle Americhe. Si tratta di una pianta abitualmente usata nei giardini come bordura o siepe o nelle aiuole composite vista la sua caratteristica a cespuglio. Esistono però delle varietà ben più imponenti, che arrivano alle fattezze di un albero. Il ceanothus (anche conosciuto come lillà della California) è una pianta sempreverde con foglie ovali e lucide e fiori appariscenti dal colore azzurro turchese.

È una pianta consigliata per chi vuole ornare il proprio giardino o balcone (visto che si coltiva bene anche in vaso), perchè la fioritura è bella e ricca e dona colore e vitalità all’ambiente esterno.

Terreno Ideale per il Ceanoto

Pur non trattandosi di una pianta con grosse esigenze, il ceanothus predilige terreni abbastanza secchi e poco fertili, in questo modo tende a non infoltirsi eccessivamente predilegendo la fioritura. Può anche essere messa a dimora in terreni freschi e ricchi ma, in questo caso, le fioriture saranno più scarse in favore di una maggiore crescita vegetativa.

Clima Ideale per il Ceanoto

Il lillà della California predilige zone a tutto sole e sostanzialmente riparate da vento e freddo. Sopporta bene infatti i periodi invernali ma non le rigide temperature sotto lo zero. Per questo è opportuno piantare questo cespuglio da fiore in aree riparate e non in zone aperte. Il periodo più bello di questa pianta è nei mesi di fioritura (maggio e giugno, anche se alcune varietà prolungano fino all’estate inoltrata) che regalano all’ambiente dove si trova un notevole effetto scenico. Il fiore si sviluppa a grappolo in cui si riuniscono, come a formare una palla, decine di piccoli fiorellini nelle tonalità celesti, azzurre, turchese fino alla tonalità del bianco. Il profumo è delicato e non invadente.

Coltivazione e Annaffiature del Ceanoto

Per mettere a dimora nel giardino o sul terrazzo in vaso una pianta di ceanothus è preferibile aspettare la fine dell’estate o l’inizio dell’autunno. Il mese migliore rimane ottobre. Questa pianta soffre i ristagni di acqua (meglio i terreni più aridi e ben drenati rispetto a quelli troppo freschi e umidi), inoltre necessita di spazio vista la notevole espansione. E’ preferibile, dunque, non posizionarla troppo vicino ad altre piante per evitare che in futuro si disturbino tra loro.

Annaffiature devono essere regolari nel primo anno di vita ma evitando che l’acqua ristagni. Successivamente la pianta non necessiterà di irrigazioni frequenti, se non nelle calde giornate estive se la siccità è prolungata. E’ comunque una pianta che vive bene nei terreni aridi quindi meglio un’irrigazione in meno che in eccesso. Se la pianta è in vaso, invece, necessità di qualche annaffiatura in più ma mai abbondante. La concimatura è invece molto importante per la buona crescita del ceanothus e per aiutare l’abbondante fioritura. E’ importante concimare con concime universale per piante da fiore (sia liquido che in granuli) oppure il classico letame, almeno una volta al mese, dalla primavera alla fine dell’autunno. Tenete conto che si comincia a concimare verso marzo per terminare in novembre. Trattandosi di un arbusto abbastanza rustico e forte non necessita di potature particolari se non quelle per contenerne la forma e non soffre particolari malattie, neppure da insetto. E’ dunque una pianta facile da coltivare anche per coloro che non hanno dimestichezza con il giardinaggio.

Prodotti correlati

(Ci sono 11 altri prodotti della stessa categoria)