I lavori da fare ad Agosto nel giardino, sul terrazzo e per le piante in appartamento

person Pubblicato da: Mario Cafaro list nella categoria: Calendario del Giardinaggio Data:

Calendario del Giardinaggio Agosto Vivai Flor PlantAgosto è un mese interessante dal punto di vista del giardinaggio. É ancora piena estate, il sole è caldo, ma cominciano le prime avvisaglie della stagione che cambia. Le giornate si accorciano e molte piante estive hanno ormai dato il meglio di sè e si apprestano a lasciare il posto a bulbi e semine autunnali. Vediamo cosa fare ad agosto in giardino e sul terrazzo, per averli sempre belli e pronti per i cambiamenti.

Potature di Agosto

Agosto è un buon mese per alcune potature. I vantaggi sono dati dal fatto che, dopo le fioriture, le piante rallentano la crescita e il caldo scongiura molte malattie. É quindi il momento buono per potare il glicine che è diventato troppo invadente e per cimare le rose, per prepararle ad una prossima fioritura. Anche le siepi vanno regolate, eliminando la crescita scomposta e restituendo loro una forma armoniosa. Nell'orto la potatura di agosto non è semplice. Le piante che hanno già fruttificato, come le albicocche, i lamponi e i limoni possono essere potate. Gli altri alberi vanno solo cimati e sfoltiti in modo da far arrivare la luce in ogni parte. Si esegue il diradamento dei frutti per averne di dimensioni più grandi e sani. I fiori tipicamente estivi come Zinnie, Dalie, Plox, Coreopsis, ma anche Gerani e Centaurea, producono fiori in continuazione, ma se non si asportano regolarmente quelli sfioriti, la pianta interrompe o dirada di molto la produzione di altri fiori. É opportuno, quindi, eliminare i fiori secchi ogni paio di giorni, in modo da averne sempre nuovi.

Concimature

Agosto è un mese in cui le piante sono ancora in piena attività, quindi vanno aiutate con un buon concime. Senza esagerare, si somministra un concime ricco in fosforo e potassio e meno di azoto, che è più utile in primavera. Fosforo e potassio servono per una buona colorazione dei tessuti delle piante e il potassio, in particolare, regala colori più vivi e frutti più dolci. Se le prime settimane di agosto dovessero essere molto calde, può essere opportuno rimandare le concimazioni nell'ultima parte del mese. Se è stato utilizzato concime a lenta cessione in primavera, sarà opportuno controllare se è il caso di ripetere l'operazione.

Semine

In questo mese estivo si può provvedere alla semina di alcune piante che produrranno fiori a partire dalla primavera. Per le semine occorrono vasetti o semenzai con terriccio soffice e un buon drenaggio. Una volta spuntate le piantine, si dovranno tenere in un luogo riparato dal vento e dalle gelate, ma luminoso. Le specie che si possono seminare ad agosto sono: Calendule, Viole del pensiero, Primule, Margherite, Aquilegia, Campanula, Digitale. Questo è un momento buono anche per fare talee di Gardenia, Coleus blumei, Fucsia e Dianthus barbatus, oltre che di Gerani e di Rose. É anche il periodo giusto per dividere i cespi delle specie alpine a fioritura primaverili, che vanno tolte dalla terra, divise e si ripiantate alla stessa profondità.

Piante in vaso, in appartamento e sul terrazzo

Le piante in vaso tenute in appartamento durante l'estate crescono in modo più veloce e necessitano quindi di nutrimento e annaffiature regolari. Il terriccio va sempre lasciato asciugare, ma in estate questo accade anche in un solo giorno e quindi le annaffiature spesso devono essere quotidiane. Le piante d'appartamento in estate possono essere aiutate con qualche vaporizzazione che, ripristinando un po' di umidità ambientale, le aiuta a sopportare il caldo. Se non è troppo forte, le piante gradiscono molto una doccia di pioggia estiva. In questo periodo si possono moltiplicare per talea Violette Africane, Chlorophytum, Camelie e Azalee. Le piante in vaso tenute all'aperto, sul balcone o sul terrazzo, si apprestano a concludere un ciclo vitale, dopo essere cresciute ed aver prodotto fiori e semi. Tutte quelle estive non sono più rigogliose come in primavera e vanno aiutate a non sprecare energie, togliendo loro foglie secche, rami inutili e fiori secchi. Alle piante estive che si vorranno moltiplicare da seme l'anno successivo, come Zinnie, Calendule e Girasoli, possono essere lasciati i fiori più belli e grandi per la produzione di semi. Ad agosto fa ancora caldo ed è possibile che le piante all'aperto abbiano bisogno di due annaffiature al giorno, soprattutto se tenute in vasi piccoli e di coccio. A fine agosto è già tempo di interrare i bulbi autunnali affinché siano pronti a fiorire in primavera. Si preparano i vasi facendo attenzione che abbiano un buon drenaggio e si riempiono di un fertile terriccio universale. Si piantano Tulipani, Crocus, Mughetti, Narcisi, Fresie. Questo mese è impegnativo per gli amanti delle piante grasse che, dopo aver prodotto getti laterali, richiedono di essere separate o trasferite in vasi più grandi. É possibile farlo, munendosi di guanti se si tratta di cactacee spinose, scegliendo le ore più fresche della giornata. Le succulente vanno travasate in vasi di poco più grandi, con un buon terriccio apposito e, soprattutto, un drenaggio che non consenta ristagni d'acqua. Anche in questo mese è bene controllare periodicamente le piante, sia in giardino che in casa, per scoprire, ai primi segnali, eventuali infestazioni di parassiti come acari o cocciniglie. Se notati in tempo, prima che si siano sviluppati in maniera copiosa, è più facile sconfiggerli manualmente, senza l'impiego di prodotti chimici. Anche agosto chiede agli appassionati di giardinaggio di occuparsi delle piante: un piacevole, continuo impegno, ricco di soddisfazioni.

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre