I Lavori da fare in giardino, sul terrazzo, in appartamento a Maggio

person Pubblicato da: Mario Cafaro list nella categoria: Calendario del Giardinaggio Data:

Si consiglia di potare gli arbusti e i rampicanti in fioritura, come la wisteria, l'edera, la clematis e l'ampelopsis. Si tratta di una soluzione utile per rinnovare la vegetazione e tenerne sotto controllo lo sviluppo. Bisogna tagliare i fusti deboli e aggrovigliati, facendo in modo che quelli vecchi arrivino a soli 50 cm dal terreno.

La potatura di rinnovamento dei sempreverdi deve rigiadare il taxus, l'aucuba, il vibernio tinus, il berberis, il nerium oleander, il choisya, l'euonymus fortunei, il vibernio burkwoodi, l'euonymus japonicum, la lonicera nitida e quella pileata. In particolare richiedono una potatura drastica gli esemplari vecchi oppure dalla vegetazione disordinata. In questo caso si devono eliminare i fusti che rovinano la simmetria dell’arbusto. Si consiglia di evitare interventi troppo consistenti perché si può compromettere lo sviluppo della pianta. Un modo per evitare questo problema consiste nel distribuire le operazioni di rinnovamento in 2-3 stagioni vegetative. Il primo anno si elimina l'apice di alcuni rami vecchi tagliandoli a circa 10 cm dal suolo, mentre gli altri devono essere accorciati della metà. Questi ultimi vanno tagliati a 10 cm dal terreno la primavera successiva.

L'operazione si conclude con la somministrazione di fertilizzante, la pacciamatura e l'innaffiatura. Per quanto riguarda le siepi a rapido sviluppo si deve eseguire un intervento di cimatura nel caso degli esemplari di ligustro, pyracantha e photinia.

Concimature da fare a Maggio

A maggio possono svilupparsi numerose malattie fungine, quindi si consiglia di intervenire rapidamente in caso di sintomi di ticchiolatura, ruggine, oidio, cancri e attacchi di afidi. Dopo aver effettuato la potatura di arbusti e rampicanti si devono eliminare le erbe infestanti e concimare le piante usando un concime chimico ternario da interrare in buchette disposte a cerchio intorno all'esemplare. Bisogna seguire le dosi riportate in etichetta e la distanza dalla pianta deve essere pari a due terzi del raggio della chioma.

Semine da fare a Maggio

Durante il mese di maggio si mettono a dimora gli alberi e gli arbusti che sono stati coltivati in vaso. Devono essere invece seminate le essenze a fioritura tardiva, ad esempio la scabiosa, l'alyssum, la begonia semperflorens, l'ageratum, la salvia splendens, la coreopsis, il targetes, il digitalis e l'ipomoea.

Anche alcune piante biennali (lunaria, matthiola e dianthus) vengono seminate in questo periodo, tuttavia la fioritura avviene l'anno successivo. Invece le erbacee perenni e specie come il ciclamino europeo, l'iberis sempervirens, il lupinus polyphyllus e l'acanto mollis vengono seminati in serra oppure in un cassone freddo. Solo la primavera successiva gli esemplari vengono trapiantati in giardino. L'operazione avviene distribuendo i semi facendo attenzione che tra l'uno e l'altro ci sia una distanza di 0,5 cm per poi coprire i contenitori con fogli di plastica oppure una lastra di vetro. In questo modo si mantiene l’umidità all'interno.

Invece le specie coreopsis, helianthus, delphinium, gypsophila e schizanthus vengono piantate in piena terra. Le modalità di semina possono essere diverse, tuttavia bisogna sempre preparare in anticipo il terreno: si tolgono le erbacce infestanti e si rende leggero il suolo vangando in profondità. A questo punto si effettua una concimazione a base di stallatico maturo, si incorpora il prodotto nel terreno e lo si livella bene. Quindi si passa alla semina:

  • - a spaglio. Dopo aver pettinato il terreno in un'unica direzione usando un rastrello si distribuiscono i semi in maniera uniforme. Quindi li si copre rastrellando la superficie procedendo nella direzione ortogonale alla precedente. Nel caso di specie delicate si consiglia di proteggere le piantine durante la prima settimana stendendo sul terreno un velo di tessuto non tessuto. Se si adotta questa modalità, è necessario diradare le piantine se sono troppo vicine l'una all'altra oppure in numero eccessivo. Si deve procedere quando sulle piantine compaiono le prime 2-3 foglioline, estirpandone alcune con la massima cautela dopo aver leggermente bagnato il terreno. Si tratta di un accorgimento necessario per non rovinare le radici degli esemplari rimanenti. Le piante rimosse possono essere trapiantate senza problemi;
  • - a file regolari. Questa soluzione risulta essere più vantaggiosa rispetto alla prima perché consente di verificare rapidamente se sono presenti erbacce infestanti ed eliminarle. Il terreno deve essere lavorato con un rastrello a formare dei solchi. In alternativa, si può utilizzare la punta della zappa. Per essere certi che le file sia regolari ci si può aiutare tendendo una cordicella sul suolo e incidere i solchi seguendo questo supporto visivo. Quindi si collocano i semi a una profondità di 1 cm in modo uniforme e li si copre con un sottile strato di terra. A questo punto si compatta la superficie delicatamente. 

Piante in vaso, in appartamento e sul terrazzo

Entro la prima metà di maggio si mettere a dimora le bulbose che fioriscono in estate oppure in autunno. Si tratta di un accorgimento utile per avere delle fioriture scalari durante il corso delle stagioni. In questo caso bisogna annaffiare regolarmente il terreno facendo attenzione che rimanga sempre umido.

Per quanto riguarda gli esemplari che hanno terminato la fioritura e le cui foglie sono ormai ingiallite, è possibile estrarre i bulbi dal vaso e metterli al riparo. Rientrano in questa categoria i narcisi, i giacinti, i tulipani e i muscari. Una volta dissotterrati i bulbi li si pulisce dalla terra e si tolgono le foglie morte e i lembi di tunica.

Quindi li si colloca in un luogo aerato e secco ad asciugare e li si sistema all'interno di una cassetta riempita di segatura oppure sabbia fino a ottobre, quando possono essere piantati nuovamente. La cassetta deve essere tenuta in un locale fresco ed asciutto per evitare che i bulbi possano essere attaccati da malattie fungine oppure da parassiti vari.

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre