La Coltivazione delle Rose

person Pubblicato da: Mario Cafaro list nella categoria: Consigli Utili Data:

Le rose sono considerate i fiori per eccellenza e nessun giardino può dirsi davvero completo se non le ospita. Quando però si deve decidere quale varietà e specie di rosa piantare nel proprio giardino ,la scelta non è così semplice. Il motivo è che ne esistono tantissime varietà, ed è importante sapere che sono molte le caratteristiche da considerare.

Naturalmente si valuta il colore, la fragranza, la forma della pianta e varie peculiarità come la crescita e la resistenza alle malattie.

Oggi ci sono tantissime varietà tra cui scegliere, le possiamo classificare in tre categorie primarie ovvero rose da taglio a bocciolo grande, rose tappezzanti paesaggistiche e rose rampicanti.

La classificazione delle rose più comuni

Tra le varietà più comuni di rose che servono per soddisfare le esigenze personali e quelle del design da impostare nel proprio giardino, vale la pena citarne tre:

  • Rose Floribunda: nascono a seguito di un incrocio tra un ibrido e le Polyantha. Ogni stelo produce un grappolo di fiori grandi che si possono trovare in una varietà di colori tra cui arancio, giallo, rosa, viola e bianco. Sono generalmente resistenti alle malattie e facili da curare. Queste rose sono conosciute anche per i loro arbusti rigidi e spesso vengono usate nei giardini pubblici e nei parchi. Le Heidi Klum e le Double Knoc Out e le William Morris sono tre esempi di questa tipologia di rose della varietà Floribunda.
  • Rose Grandiflora: hanno fiori grandi e appariscenti che vengono prodotti su lunghi steli, singolarmente o in gruppi di tre o cinque fiori. I loro arbusti sono generalmente più grandi e più verticali degli ibridi. Alcuni esempi di rose appartenenti a questa categoria sono le cosiddette Gospel e la rosa Julio Iglesias.
  • Rose Groundcover: come si evince dal nome stesso sono di tipo tappezzante e sviluppate per soddisfare il desiderio di rose da giardino che offrono colore, forma e profumo ma anche facili da curare. Queste rose tendono a raggiungere l’altezza massima di 90 centimetri, anche se alcune crescono solo fino a 30 cm e sono generalmente più larghe. Le rose di genere Groundcover sono resistenti alle malattie e ai parassiti, ripetono la fioritura, sono a bassa crescita e richiedono poca manutenzione.

Le rose da taglio a bocciolo grande

Le rose da taglio sono tra le tipologie di fiori più richieste e acquistate sul mercato. La coltivazione assicura una fioritura primaverile oppure estiva e consente di abbellire il giardino, ma anche gli interni della casa in quanto si prestano per essere recise e soprattutto per allestire dei fantastici e romantici bouquet grazie anche ai loro lunghi rami.

Le Julio Iglesias e le Gospel rientrano anch’esse in questa categoria. Quando si parla di rose da taglio a bocciolo grande significa anche considerare alcune specie come ad esempio le Grandiflora Black Magic che si presentano con dei fiori dall’aspetto vellutato e di una tonalità rossa molto intensa. Questi esemplari si sviluppano con degli steli molto lunghi e sono quindi ideali per inserirli nei centrotavola come fiori recisi.

Tra le altre vale la pena citare le rose da taglio definite Salmon che sviluppano dei fiori con tantissimi petali di una tonalità rosa pastello, e tra l’altro la loro lunghezza le rende ideali per creare dei raffinati e romantici bouquet. Altra varietà spettacolare sono le cosiddette rose Nostalgie ovvero dei bellissimi fiori da taglio che hanno una forma molto particolare, sono ricche di petali e soprattutto si contraddistinguono dalle altre sia per il delizioso profumo che per il colore raffinato che va dal bianco crema al rosso ciliegia. Questa varietà è sicuramente una tra le più belle che sia apparsa sul mercato negli ultimi decenni.

Le rose tappezzanti paesaggistiche

Questa tipologia di rose si rivela particolarmente adatta per trasformare le aree più difficili da coltivare in invitanti banchi di colori e profumi! Le rose Groundcover in tal caso offrono delle prestazioni straordinarie e sono perfette per coprire aree in zone con un’eccessiva pendenza o piuttosto rocciose.

Notoriamente a bassa manutenzione, le rose tappezzanti paesaggistiche disegnano un tappeto di fioriture colorate per tutta l'estate e con poca manutenzione. Tra l’altro vale la pena sottolineare che non sono solo di inestimabile bellezza nel paesaggio, ma rappresentano anche una grande opzione per creare delle zone miste con contenitori e letti rialzati.

Le rose rampicanti

Le rose rampicanti sono ideali per portare in giardino un'altezza e una sensazione di abbondanza. Sono infatti gli esemplari migliori e più frequentemente utilizzati sulle pareti delle case, ma si rivelano perfette anche per la coltivazione su pilastri, obelischi, muri, tralicci e arcate.

Le rose rampicanti di solito hanno dei fiori grandi tenuti singolarmente o in piccoli gruppi, e quasi tutte le varietà hanno la capacità di ripetere la fioritura. Ci sono tuttavia numerose classi di rose rampicanti come le inglesi, le rose da bocciolo e quelle ibride tanto per citarne alcune.

Le rose rampicanti inglesi sono tra le più profumate e hanno la naturale capacità di fiorire dalla cima quasi fino a terra. Lasciare che queste rose aggraziate si arrotolino su pilastri, si intrecciano attraverso le recinzioni o si estendano su qualsiasi altra struttura da giardino, è il massimo che si possa desiderare per godersi uno spettacolo bellissimo che delizia gli occhi e l’animo!

Commenti

Nessun commento in questo momento!

Lascia il tuo commento

Domenica Lunedi Martedì Mercoledì Giovedi Venerdì Sabato Gennaio Febbraio Marzo Aprile Può Giugno luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre